Cookie policy

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Può conoscere i dettagli consultando la nostra privacy policy qui. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo 

Contrada Canneto - Roccavivara (CB)

 

 

Il sito è visitabile su prenotazione

Telefono: 0874.4271

 

L’area, frequentata in età preistorica e protostorica, fu interessata dalla costruzione di una villa rustica a partire dal I secolo a.C. e dalla realizzazione di un complesso monastico nell’alto medioevo. Per la struttura medievale furono utilizzati materiali provenienti dalla villa e da un monumento funerario posto nelle vicinanze.

 

Della struttura romana si distinguono tre fasi di frequentazione e una suddivisione dello spazio in pars rustica, dedicata alla lavorazione e stoccaggio dei prodotti agricoli e pars urbana, dedicata all'otium e alle funzioni di rappresentanza. Alla pars rustica appartengono i magazzini con i grandi contenitori in argilla utilizzati per l'olio, il vino e i cereali (dolia) e il torchio (pressorium), alla pars urbana si riconducono invece gli ambienti con mosaici.

 

Nell’VIII secolo d.C. la pars urbana fu distrutta da un incendio e trasformata in area sepolcrale, la pars rustica invece subì degli interventi di modifica, continuando a essere frequentata.

Torna all'inizio del contenuto